Percorso-campestre master4 mondiali montecassino zingarettifaredelli

logo 2016

 

20th WORLD UNIVERSITY CHAMPIONSHIP CROSS COUNTRY 2016

CUS Anniversario

tesseramento atletica bianco2 canoa bianco2 nuoto bianco2 pallavolo bianco  pallamano bianco fitness bianco2 pallanuoto bianco fitness bianco2 cosscountry2016 bianco

La conferenza stampa di presentazione della mascotteBeach Handball: Le Finali Ebt hanno la mascotte, si chiama Sandy e già sta viaggiando per l'Europa
Dal 26 al 28 Maggio sarà possibile "incontrare" il simpatico polpo a Gaeta
Le Finali del Tour Europeo di Beach Handball della stagione 2016,meglio denominate come "Ebt Finals",quali si terranno a Gaeta sulla bellissima spiaggia di Serapo dal 26 al 28 Maggio 2017,hanno la propria mascotte che sta già riscuotendo molto successo.
Si tratta di un simpatico polpo, vista la grande attività marinaresca e la presenza nella maggior parte della cucina della cittadina gaetana, al quale gli organizzatori del Cus Cassino - Gaeta Handball '84 insieme agli studenti dell'Università di Cassino e del Lazio Meridionale hanno dato il nome di Sandy (derivante da sand,ovvero sabbia) visto che stiamo trattando di "pallamano su spiaggia".
L'evento di richiamo internazionale vedrà le migliori 20 squadre qualificate (10 al maschile e 10 al femminile) provenienti dalla maggiorparte dei paesi d'Europa che presso l'Arena Beach di Serapo si contenderanno il titolo di campione d'Europa di Club.
Sandy ha iniziato il suo viaggio e come prima tappa è sbarcata direttamente tra le mani del Santo Padre che in occasione della fiaccola benedettina ha anche benedetto il simpatico peluche octopode ed inoltre Papa Francesco (nella foto con l'atleta del CUS Cassino,Flaminia Calce) ha tenuto per sè il dono ricevuto dal Cus Cassino.
Il presidente del Cus Cassino,Carmine Calce:"Lo scorso 18 gennaio abbiamo ottenuto l'ok alla mascotte, che è stata ideata da Flaminia Calce e altri studenti dell'Unicas, quindi in occasione dell'accensione della fiaccola benedettina in Vaticano abbiamo consegnato un esemplare a Papa Francesco, che siamo certi è di buon viatico per l'evento che si terrà a Gaeta dal 26 al 28 maggio prossimi".
Poteva fermarsi qui il viaggio di avvicinamento alle EBT Finals 2017 della simpatica Sandy?
Certo che no,dopo essere stata benedetta da Papa Francesco nell'udienza generale di Mercoledì 22 Febbraio,Sandy è infatti atterrata anche in Belgio ed è stata accolta a Bruxelles dal Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani,in occasione della tappa belga per la fiaccola benedettina.
Da mercoledì 8 marzo a sabato 11 la Fiaccola ha fatto tappa in Belgio, a Bruxelles, capitale amministrativa d’Europa, dove è stata appunto accolta dal Presidente del Parlamento Europeo; per poi fare tappa al Governo Belga ed al Municipio di Bruxelles.
“Quest’anno è stato scelto il ‘cuore’ dell’Europa perché nel 2017 il Marzo Benedettino coincide con il 60esimo anniversario dei Trattati di Roma”, spiega il presidente del Cus Cassino Carmine Calce che con i suoi tedofori ha provveduto all’accensione della fiaccola come ormai da tradizione consolidata.
Sandy sarà la mascotte dell'evento internazionale che legherà le migliori 20 compagini (10 maschili e 10 femminili) provenienti da quasi tutta Europa e non vi era occasione migliore per unire ancora una volta sport,integrazione e globalizzazione e presentarla anche nell'importante cornice istituzionale del Parlamento Europeo.
Quali saranno le prossime tappe di Sandy?
Non ci resta che seguire le news sulla pagina ufficiale facebook "Gaeta 2017 European Beach Handball Tour - EBT Finals", sul sito web ufficiale www.ebtfinalsgaeta2017.it e su istagram "@ebtfinalsgaeta".

CapuaCusCassinoAntonioMontiPallamano/A2: Direzione Capua per il Cus Cassino Gaeta '84, comincia il girone di doppia andata.
Archiviato il girone di ritorno, i ragazzi di coach Antonio Viola cominciano quello di "doppia andata" recandosi a far visita alla compagine campana del Capua con tanta voglia di riscatto dopo l'insolito ultimo weekend in cui Capomaccio e compagni hanno dovuto affrontare rispettivamente capolista e vice-capolista in molto meno di 24 ore.
Il Capua posizionato attualmente sull'ultimo gradino della classifica, ha totalizzato soli 3 punti e ciò è sinonimo dell'unica vittoria avvenuta in campionato, risalente alla gara d'esordio disputata tra le mura amiche proprio contro i cussini di coach Viola con il risultato di 26-21 al termine di una partita molto aggressiva e che mise k.o. lo spagnolo in forza al Cus Cassino Gaeta, Ander Uranga.
Mentre i gaetani si trovano ad un solo punto al di sopra dei capuani (in realtà sarebbero 7 i punti se non fosse per il ritiro del Pescara,ndr) e si presentano in quel di Capua con tanta voglia di riscatto,fame di vittoria e soprattutto con orgoglio dopo lo scorso weekend in cui hanno sfiorato il colpaccio contro l'NHC Teramo per poi cedere psicologicamente sul finale per l'infortunio accaduto a capitan Capomaccio.
Nel pre-partita parla il dirigente Annalisa Gaudino:" Arriviamo da un wekeend davvero difficile, che ha lasciato uno strascico non indifferente a livello mentale per l'infortunio accorso a capitan Capomaccio nell'ultima partita a causa di una chiazza d'acqua sulla superficie di gioco della struttura ormai "non più geodetica". Ecco perchè Sabato i ragazzi dovranno essere molto agguerriti,giocare anche per il capitano e farsi trovare molto pronti dato che li attenderà un avversario agguerrito e con fame di punti, vista la ghiotta occasione si sorpasso in classifica. Ci aspettiamo una sfida equilibrata e sicuramente molto maschia come è già capitato nelle precendenti sfide. Forza ragazzi".
Dunque un match che alla vigilia si preannuncia davvero tutto da seguire viste le posizioni di classifica e la sana rivalità che c'è tra le due compagini.
Fischio d'inizio alle ore 18:30 con direzione del match affidata ai signori Testa - Testa.

CusCassinoGaetaPutignanoSabato 11 Febbraio alle ore 19:00 la sfida con il Putignano di coach Realmonte
È stata una settimana colma di incognite per il Cus Cassino Gaeta '84 di coach Antonio Viola,infatti i gaetani prima hanno visto il non disputarsi della gara contro l'NHC Teramo con il Giudice Sportivo che sta decidendo il verdetto vista tutta la documentazione presentata dai cussini,poi il non potersi allenare per la solita condensa che in questi mesi non permette i regolari allenamenti nell'ormai antiquata struttura "geodetica" ed infine il ritiro dal campionato del Pescara che ha fatto purtroppo perdere ulteriori stimoli a capitan Capomaccio e compagni.
Ora però bisogna pensare alla difficile trasferta in terra pugliese visto che sabato 11 Febbraio i tirrenici affronteranno i padroni di casa del Putignano,terza forza del campionato ed anch'essa ferma nello scorso turno poiché avrebbe dovuto giocare in casa del Pescara,ritiratasi dal campionato in corso come già detto in precedenza.
Umori identici quindi tra le due compagini che hanno tantissima voglia di pallamano giocata, da una parte il Putignano che posizionato a -3 dall'NHC Teramo contro i quali subì proprio l'ultima sconfitta (19-18) quasi 2 mesi fa nel pomeriggio di Sabato 17 Dicembre 2016 e dall'altra i gaetani anch'essi sconfitti di misura in casa della Lazio per 25-24.
A differenza dei tirrenici,però,i padroni di casa hanno la ghiotta occasione di riagganciare la seconda piazza della classifica con una probabile vittoria dato il derby tra la capolista e corazzata imbattuta a punteggio pieno della Lions Teramo e la vice capolista NHC Proger Teramo.
A parlare nel pre-partita è il pivot Antonio Carbone:"In settimana non è stato facile allenarsi visti i soliti problemi di condensa,quali ci demoralizzano una volta arrivati al campo per poi far ritorno a casa. Sono due settimane che non ci stiamo allenando come dovremmo tra impegni della nostra Under 18 e indisponibilità del campo, mercoledì abbiamo disputato un'amichevole contro l'Under 18 dello Sporting Club Gaeta e devo dire che sul piano atletico ci siamo. Non sarà facile tornare alla giusta tensione ed al giusto ritmo partita che stavamo riacquisendo dopo la bella partita contro la Lazio ma andiamo a Putignano con tanta voglia di giocare. Loro sono davvero una bella squadra, molto veloce,compatta in difesa ed abile a colpire nel momento giusto con rapide controfughe che già nel match d'andata ci misero in difficoltà. Andremo lì per fare la nostra onesta partita e ritrovare i giusti stimoli nonostante il ritiro dal campionato del Pescara. Forza ragazzi".
Nel match d'andata Notarangelo e compagni si imposero con un largo 36-24,dunque staremo a vedere se i pugliesi bisseranno il successo o se ci sarà qualche sorpresa per i ragazzi di coach Antonio Viola.
Fischio d'inizio previsto alle ore 19:00 sul parquet di "S.M.S. Stefano da Putignano" di Via G. Bali Carafa con direzione di gara affidata ai signori Amendolagine e Potenza.
Il match sarà inoltre visibile in diretta facebook sulla pagina uffiale al seguente link:
https://m.facebook.com/pallamanouisp80/

Dopo la consegna della mascotte dell'evento a Papa Francesco mercoledì scorso, durante l'udienza in Vaticano quando il Pontefice ha benedetto la fiaccola benedettina, nella giornata di oggi (martedì 28 febbraio alle ore 10:30) ci sarà la conferenza stampa di presentazione di assegnazione delle EBT Finals, ovvero le finali del Beach Handball Tour disputato nella stagione 2015/2016, quali si terranno nella città di Gaeta dal 26 al 28 Maggio 2017 organizzate dal Centro Universitario Sportivo di Cassino. Alla conferenza, oltre al presidente del Cus Cassino Carmine Calce, prenderanno parte il Magnifico rettore dell'Unicas Giovanni Betta e il suo delegato alle attività sportive, l'olimpionico Daniele Masala. I sindaci di Cassino e Gaeta D'Alessandro e Mitrano, il presidente della BpC Donato Formisano, il commissario straordinario di Laziodisu Carmelo Ursino, il Dg dell'ateneo Antonio Capparelli, il presidente del Coni Lazio Riccardo Viola e Francesco Purromuto, presidente Figh. L'evento è stato giò illustrato di recente al Castello di Gaeta ed enorme è stata la soddisfazione nell'apprendere la vittoria della candidatura da parte del Comune di Gaeta rappresentato dall'Assessore allo Sport Luigi Ridolfi. Si è trattato di una conferenza in cui grazie al Presidente Purromuto si sono ripercorsi anche gli albori de lBeach Handball, ovvero una disciplina nata proprio sulle spiagge e sulle isole pontine e che si è sviluppata a dismisura in questi anni arrivando alle soglie olimpiche, ed inoltre l'Italia con le sue nazionali (soprattutto a livello femminile) può vantare un palmares davvero importante. Nell'occasione il presidente del Cus Carmine Calce ha spiegato: “Vogliamo che questa non sia una manifestazione sportiva fine a se stessa, altrimenti non avremmo proprio accettato. Vogliamo che, così come abbiamo fatto per i Cnu nel 2013 a Cassino, la città di Gaeta possa avere una ricaduta infrastrutturale una volta che calerà il sipario sull'evento”. Il rettore Betta, in sintonia con Masala ha aggiunto: “Come Università faremo il possibile e l'impossibile per organizzare l'evento nel migliore dei modi”.

L'NHC Teramo non accetta di recarsi presso il campo sostituttivo, ora il verdetto nelle mani del giudice sportivo.
Arriva Febbraio ed ecco che diventa impossibile allenarsi e disputare gare di pallamano in quel di Gaeta, infatti nel pomeriggio di Sabato 4 Febbraio ad avere la meglio tra i padroni di casa del Cus Cassino Gaeta '84 e gli ospiti della NHC Teramo è stata ancora una volta la condensa creatasi sul 40×20 della struttura Geodetica,solo per denominazione visto lo stato pietoso in cui versa da decenni.
Si giunge al campo e basta vedere quella patina che viene a formarsi sulla superficie di gioco per far subito intendere ai gaetani che sarà l'ennesima partita rimandata ma soprattutto una figuraccia con gli ospiti che rimangono perplessi da una struttura ormai in decadenza ed ai limiti del praticabile, indipendentemente dall'imprevedibile vento di scirocco,causa scatenante di condensa e forte tasso di umidità all'interno della struttura.
In settimana il team di coach Antonio Viola si era già attivato per reperire il campo sostitutivo data l'impossobilità di allenarsi e vista la rottura di una parte della tensostruttura di Atina e dopo aver ricevuto risposte negative per concomitanze di gara ed altri impegni tra Formia,Fondi e Pontinia, si era raggiunta la disponibilità del campo di Capua.
Secondo regolamento,i direttori di gara hanno aspettato la canonica ora di attesa (non proficua visto il peggioramento della superficie di gioco) per poi decidere sullo svolgersi della gara ma gli ospiti abruzzesi hanno rifiutato di recarsi in quel di Capua ed ecco che ora la decisione passerà nelle mani del giudice sportivo, quale assieme alle dichiarazioni delle due società ed al referto dei signori Carrino-Pellegrino con allegata la documentazione della società cussina, deciderà il da farsi.
Per coach Antonio Viola:"Sappiamo ormai da anni che nei mesi di Gennaio e Febbraio andiamo incontro ai problemi di condensa dovuti al forte scirocco ma la sfortuna ci è ricaduta addosso doppiamente visto il danno creato da neve e ghiaccio alla nostra struttura sostitutiva di Atina. Ecco che da mercoledì ci siamo attivati scrivendo in federazione e riuscendo a reperire il campo di Capua grazie agli amici campani che si sono prontamente messi a disposizione. Ciò che mi preme è che in federazione nelle persone degli organi competenti e del giudice sportivo, capiscano gli enormi sforzi da noi fatti e delle problematiche di certo non dipese da noi ma da eventi atmosferici particolari. Attendiamo la decisione del giudice sportivo e siamo disposti a ripetere la gara infrasettimanalmente come da regolamento o ad ogni modo in un giorno stabilito e preconcordato tra società e federazione. Purtroppo sono anni che capitano eventi del genere e speriamo sia davvero la volta buona che arrivi una struttura degna di un campionato nazionale e con impianti atti a combattere l'umidità delle nostre zone in periodi particolari dell'anno".

footer def