logo 2016

 

20th WORLD UNIVERSITY CHAMPIONSHIP CROSS COUNTRY 2016

CUS Anniversario

tesseramento atletica bianco2 canoa bianco2 nuoto bianco2 pallavolo bianco  pallamano bianco fitness bianco2 pallanuoto bianco fitness bianco2 cosscountry2016 bianco

Un grande successo la quarta edizione del “Mennea Day” targata Cus Cassino. Ai nastri di partenza si sono presentati in 200 per percorrere i 200 metri. Pettorina numero uno per l’atleta paraolimpico Giuseppe Campoccio che ha compiuto il giro sulla pista di atletica del “Salveti” sulla sua sedia a rotelle, a testimonianza, ancora una volta, che lo sport è inclusione sociale e che il Cus Cassino è da sempre sensibile a queste tematiche. Sempre più forte è difatti la sinergia con la comunità Exodus, lunedì presente alla manifestazione con Luigi Maccaro che ha raccolto il testimone dal sindaco D’Alessandro per percorrere i 200 metri. Il rettore dell’Università di Cassino Giovanni Betta ha invece fatto la staffetta con il direttore generale dell’ateneo Antonio Capparelli. Tra le altre istituzioni presenti l’assessore del comune di Cassino Benedetto Leone e il consigliere regionale Marino Fardelli. Il presidente della Banca Popolare del Cassinate Donato Formisano, pur non prendendo direttamente parte alla gara è stato presente al “Salveti” in quanto ancora una volta l’istituto di credito della città martire è main sponsor della kermesse che il Cus Cassino organizza ormai da quattro anni per celebrare il record del grande Pietro Mennea. Quest’anno il tempo totale è stato di 2 ore, 31 minuti e 44 secondi. Il rettore ha approfittato della sua preparazione di valido tennista per correre una seconda frazione in un buon 41”05. La terza frazione è stata appannaggio del Direttore Generale dell’ateneo ciociaro Antonio Capparelli che buttate giacca e cravatta a bordo pista si è difeso con una frazione di grosso impegno.Ha fatto quindi anche il battesimo sportivo il nostro primo cittadino, il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro ha fatto valere le sue qualità di ex cestista e si è lasciato coinvolgere giocosamente nella kermesse applaudito dal folto pubblico presente. L’amministrazione cittadina ha registrato anche l’assessore alle politiche sociali Benedetto Leone che, grazie alla sua giovane prestanza ha fatto registrare il miglior tempo tra le autorità con un eccellente 32”96. Anche Marino Fardelli ha dato la sua simpatica adesione correndo tra l’altro in un buon 36”91. Naturalmente tra i tanti appassionati presenti che hanno partecipato attivamente alla manifestazione i tempi migliori sono venuti da due atleti di valore: in campo maschile si è confermato il più veloce Giuseppe Fantini della Intesatletica Latina con un eccellente 24”23; tra le ragazze invece ulteriore miglioramento per la giovanissima e promettente Giulia Verrecchia, del Cus Cassino, tra le più veloci tredicenni del lazio che ha fatto registrare un lusinghiero 29”75. Tra gli atleti di valore presenti oltre al due volte olimpionico ed ex primatista italiano dei 110 ostacoli Laurent Ottoz abbiamo avuto la piacevole e graziosa presenza delle due promettenti e con già un ricco palmares gemelle Mirabello: Anthea 4 volte campionessa italiana di marcia e 4 presenze nelle nazionali giovanili, in particolare ha gareggiato ai mondiali allievi di Calì (messico) e l’eccezionale secondo posto a Podebrady (Cechia) e il fantastico 49’23” sui 10 km ai mondiali di Roma; Angelica con 1 titolo di campionessa italiana e due eccellenti presenze nelle nazionali giovanili con l’8 posto agli europei di Tblisi e il 5° di Podebrady. Infine ultimo frazionista è stato il giovane e ormai famoso Luca d’Aguanno che dopo la presenza a numerose manifestazioni tra cui la maratona di Roma ha chiuso la kermesse cassinate con un’ultima frazione che ha visto tutti i presenti accompagnarlo in un festoso 200 metri finali. Ricordiamo che Luca è un testimonial dell’associazione Genitin onlus, associazione di genitori che affianca in tutte le problematiche le famiglie dei bambini nati prematuri. Ma aldilà dei numeri a vincere, anche quest'anno, al Mennea Day è stato il calore e l'entusiasmo dei tanti partecipanti, la passione e l'abnegazione del presidente del Cus Carmine Calce che insieme ad Agostino Terranova con tenacia continua a promuovere iniziative per sensibilizzare giovani e meno giovani all'atletica, ora che finalmente – grazie alla sinergia di Comune e Ateneo – la città può vantare una pista, intitolata proprio alla “Freccia del Sud”, che non ha nulla da invidiare agli impianti delle grandi città limitrofe. Un lavoro che va avanti da anni, e che ora finalmente comincia a dare i frutti sperati. Tanti, infatti, sono stati coloro che hanno partecipato e hanno voluto lasciare un pensiero: “Viva lo sport, viva Pietro Mennea: oggi ho corso per te”; “è stata una giornata fantastica”; “lo sport non ruba e non illude: è il giudice più imparziale che la vita possa offrire”.

 

View the embedded image gallery online at:
http://www.cuscassino.it/cus-new/eventi?start=45#sigProId5ea6affe8a

 

Due olimpionici ai nastri di partenza del “Mennea Day”, l'evento organizzato dal Cus Cassino sulla pista di atletica dello stadio “Salveti” di Cassino lunedì 12 settembre, in contemporanea nazionale con tutte le città italiane per celebrare la freccia del Sud. A rendere omaggio all'olimpionico Pietro Mennea, saranno lunedì altri due olimpionici: il delegato del rettore, professor Daniele Masala e Laurent Denis Ottoz. Hanno dato la loro adesione anche le campionesse italiane di marcia Anthea e Angelica Mirabello e dall'Università di Cassino, oltre al Magnifico rettore Giovanni Betta, parteciperanno inoltre i professori Rodio, Misiti e Falese. Adesione è giunta anche dal comune di Cassino con il neo sindaco Carlo Maria D'Alessandro ma la manifestazione non è riservata solo agli olimpionici e alle istituzioni, ma a tutta la città. Il ritrovo è previsto alle ore 16:30 e la partenza della staffetta 200 atleti per 200 metri alle ore 17:30 essendo una competizione non agonistica la partecipazione è aperta a tutti, basta iscriversi versando un contributo simbolico di un euro che sarà devoluto alla ‘Fondazione Pietro Mennea Onlus’, organizzazione voluta dal campione azzurro ed impegnata in iniziative di solidarietà sociale. Entusiasta si dice il professor Carmine Calce, che invita l’intera cittadinanza a partecipare all’evento: «Così come le tre passate edizioni, anche quest'anno il “Menena Day” sarà una giornata per correre insieme, anche senza cronometro, per interpretare liberamente, ognuno a modo suo, quei 200 metri legati indissolubilmente alla “Freccia del Sud”. Oltre al Cus, che porterà in pista centinaia di studenti universitari, hanno già dato la loro adesione altre società sportive e atleti di fama nazionale ed internazionale». Lo scorso anno, lo ricordiamo, alla manifestazione prese parte anche il presidente della Banca Popolare del Cassinate, main sponsor della kermesse, Donato Formisano, «esempio di vitalità e di energia», come evidenzia il presidente Carmine Calce. Donato Formisano detiene dunque il record di atleta più anziano, mentre Loris Simone con i suoi 2 anni e 11 giorni è tutt'oggi l'atleta più giovane.

Cala il sipario sui tornei di calcetto e di volley organizzati dal Centro Universitario Sportivo del professor Carmine Calce ai campi polivalenti del Campus Folcara. I tornei hanno di fatto aperto i festeggiamenti per il trentennale del Cus Cassino: si pensa infatti a un grande evento da realizzare a breve e, nell'occasione, il professore Carmine Calce nel corso della premiazione dei tornei alla presenza del Magnifico rettore Giovanni Betta, del delegato allo sport Daniele Masala e del presidente di Adisu Cassino Riccardo Pignatelli ha lanciato la proposta di realizzare la copertura dei campi all'interno del Campus Folcara. “Così come avvenuto in occasione dei Campionati Nazionali Universitari del 2013 noi intendiamo far sì che, oltre la festa, ci sia una ricaduta infrastrutturale” ha spiegato il professor Carmine Calce in questi giorni a Miskolc, in Ungheria, in quanto designato dal Cusi nazionale come capo delegazione della rappresentativa azzurra al mondiale universitario di orienteering che ha preso il via il 29 luglio e terminerà il 4 agosto. Al termine della premiazione che ha visto presenti tutti i ragazzi che hanno preso parte ai vari tornei, tra cui il Department Cup, il presidente Calce – che di recente ha incontrato anche il neo sindaco D'Alessandro – rivolgendosi al rettore Betta e a Daniele Masala ha spiegato: “Da qualche anno l’attività del Cus non è incentrata più sullo sport inteso solamente come gare agonistiche, ma anche come strumento di socializzazione e di aiuto verso i ragazzi più svantaggiati che hanno meno occasioni di praticare le attività sportive. In questo senso vanno le iniziative degli ultimi anni con l’anteprima della maratona di primavera all’interno del carcere San Domenico che ha coinvolto centinaia di detenuti. E in questo senso va anche la rinnovata sinergia con la comunità Exodus di don Antonio Mazzi e con il responsabile della struttura Luigi Maccaro. Per questo i festeggiamenti del trentennale sono partiti proprio all’interno della Cascina di San Pasquale in occasione della “Mille giovani per la pace” con una partita a calcetto tra la compagine del Cus e quella di Exodus. Ora intendiamo coinvolgere tutta la città con una serie di iniziative itineranti. Entro fine anno stiamo pensando ad una grande festa per i 30 anni del Cus, e a una bella sorpresa per tutti gli amanti di sport”. Ma al momento le altre iniziative sono top secret e le riveleremo solo più avanti. Il rettore Betta si è complimentato con il Cus Cassino per le tante iniziative messe in campo a favore degli universitari e della città.

IL MENNEA DAY ALLA QUARTA EDIZIONE. Il Cus Cassino, con il presidente Carmine Calce, aderisce all'iniziativa in memoria della "Freccia del Sud". Il 12 settembre, al Salveti, l’evento in contemporanea nazionale per ricordare il record mondiale dell’olimpionico.
Grandi e piccini, professionisti e amatori, docenti e studenti. Tutti uniti nella giornata di lunedì 12 settembre per rendere omaggio alla “Freccia del Sud”. Sulla pista di atletica dello stadio “Salveti” a lui intitolata il Cus Cassino, grazie al dinamico e attivo professor Carmine Calce, propone la quarta edizione del “Mennea Day”. Il campione olimpionico, il 22 marzo 1983, su tale pista stabilì il record mondiale di 14’’8 sui 150 metri. Pietro Mennea aveva inoltre iniziato i suoi studi all’Isef di Cassino, perciò la città martire è stata la prima, ed unica città dell’intera regione Lazio ad aderire all’iniziativa. Il ritrovo è previsto alle ore 16:30 e la partenza della staffetta 200 atleti per 200 metri alle ore 17: essendo una competizione non agonistica la partecipazione è aperta a tutti, basta iscriversi versando un contributo simbolico di un euro che sarà devoluto alla ‘Fondazione Pietro Mennea Onlus’, organizzazione voluta dal campione azzurro ed impegnata in iniziative di solidarietà sociale. Entusiasta si dice il professor Carmine Calce, che invita l’intera cittadinanza a partecipare all’evento: «Così come le tre passate edizioni, anche quest'anno il “Menena Day” sarà una giornata per correre insieme, anche senza cronometro, per interpretare liberamente, ognuno a modo suo, quei 200 metri legati indissolubilmente alla “Freccia del Sud”. Oltre al Cus, che porterà in pista centinaia di studenti universitari, hanno già dato la loro adesione altre società sportive e atleti di fama nazionale ed internazionale». Lo scorso anno, lo ricordiamo, alla manifestazione prese parte anche il presidente della Banca Popolare del Cassinate, main sponsor della kermesse, Donato Formisano, «esempio di vitalità e di energia», come evidenzia il presidente Carmine Calce. Donato Formisano detiene dunque il record di atleta più anziano, mentre Loris Simone con i suoi 2 anni e 11 giorni è tutt'oggi l'atleta più giovane. All’iniziativa proposta per il quarto anno consecutivo dal Cus Cassino, e realizzata grazie alla fattiva collaborazione con il comitato provinciale Fidal di Frosinone e Latina, il Coni, il Cusi e il corso di laurea in Scienze Motorie dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, prenderanno parte inoltre il Magnifico rettore Giovanni Betta, il suo delegato allo sport Daniele Masala e il neo sindaco del comune di Cassino Carlo Maria D'Alessandro.

 

Il Cus Cassino organizza la XXVIII Edizione del Meeting Internazionale di Pallamano “Memorial Calise”. Lo slogan della manifestazione sarà: “Lo sport come mezzo di integrazione sociale”.Come spiega il presidente del Centro Universitario Sportivo Carmine Calce, “all’evento hanno infatti aderito squadre provenienti da 10 nazioni differenti, tra cui il Detono Zagreb - Croazia (10 volte Campione d' Europa), le Campionesse d’ Europa 2013 di beach Camelot di Tilbur – Olanda, mentre, per il Torneo indoor, la squadra della Repubblica Ceca di Olomouc. Il programma sportivo sarà accompagnato anche da eventi collaterali, tra cui esibizioni di danza, visite Guidate nelle Gaeta Medievale, nelle città limitrofe e alle Unità navali della Scuola Nautica "Guardia di Finanza", ma soprattutto l'evento “Tutti in spiaggia“ grazie alla collaborazione di tutti gli stabilimenti balneari. Gli incontri – prosegue sempre Calce - si susseguiranno ininterrottamente dalle 17 alle 22.30 presso il complesso sportivo di Via Venezia e per il Beach Handball presso i Lidi Serapide, Aurora e Miramare”. La presentazione ufficiale è prevista per martedi 21 giugno ore 18 presso la Banca Popolare del Cassinate, Filiale di Formia in Via Vitruvio. Per l’occasione verranno ufficializzate le varie discipline, le squadre partecipanti, i calendari degli incontri e il programma sportivo collaterale dell'evento e ovviamente ci sarà la presentazione ufficiale della squadra del Cus Cassino - Sezione Pallamano. Intanto il Cus Cassino prosegue anche con le iniziative legate ai festeggiamenti del trentennale: dal 7 al 23 luglio, presso i campi polivalenti del Campus Folcara a Cassino si svolgeranno i tornei estivi di calcio a cinque e di volley, oltre che l'university party. L'evento è patrocinato come sempre da Laziodisu e dal Cusi; main sponsor, ancora una volta, la Banca Popolare del Cassinate. Iscrizioni agevolate per gli universitari e tutti i possessori di Cus Card: il 3x3 misto prevede una donna in campo e un massimo di cinque iscritti.

footer def