logo 2016

 

20th WORLD UNIVERSITY CHAMPIONSHIP CROSS COUNTRY 2016

CUS Anniversario

tesseramento atletica bianco2 canoa bianco2 nuoto bianco2 pallavolo bianco  pallamano bianco fitness bianco2 pallanuoto bianco fitness bianco2 cosscountry2016 bianco
La tradizione si rinnova anche quest’anno, e sono ormai 29. Era il 1990 quando, per la prima volta, il Cus Cassino in sinergia con l’Abbazia e l’Università pensò di dar vita a un evento dedicato alle famiglie al centro di Cassino. Da allora, ogni anno, a Cassino il 25 aprile è sinonimo di maratona di primavera. Bambini, giovani e meno giovani, da qualche anno anche i disabili: tutti uniti per un giorno di festa. E forse non c’è modo migliore per festeggiare la Liberazione: vedere la gioia dei bimbi e degli adulti che in bici, o a piedi, percorrono i 6 km e poi si godono la villa comunale con canti, balli e giochi. Anche oggi, dunque, giovedì 25 aprile, sono attese circa 5.000 persone per la maratona di primavera. L’edizione di quest’anno è stata presentata in conferenza stampa lo scorso 9 aprile nella sala degli Abati in piazza Corte alla presenza del presidente del Cus Cassino Carmine Calce, il rettore dell’Unicas Giovanni Betta, il consigliere regionale presidente della commissione sport, turismo e spettacolo Pasquale Ciacciarelli e Donato Formisano, presidente della Banca popolare del cassinate che come sempre, da anni, supporta l’iniziativa come main sponsor. Un contributo all’evento è dato anche, oltre che dal Cus Cassino e dall’Unicas, anche da: Comune di Cassino, Regione Lazio, Provincia di Frosinone, Disco Lazio, 80° Rav Roma, comunità Exodus, Montecassino, curia vescovile, Istituto “Medaglia d’Oro”, Andisu, Coni, Federazione italiana atletica leggera, delegazione Lazio del Cusi e il comitato promotore del Giro d’Italia che il 16 maggio vedrà Cassino come sede di partenza della sesta tappa. Il ritrovo, come sempre, è oggi, 25 aprile alle ore 9 davanti la villa comunale e alle 10 ci sarà lo start alla corsa. All’interno della maratona si inserisce anche il 16° trofeo Abbazia di Montecassino e il 3° trofeo “Diversamente uniti”: correre e camminare per fraternizzare. «Si tratta - spiega il professor Carmine Calce - di un modo per far sì che la maratona non sia solo sport, ma anche attenzione al sociale. Noi come Cus – ricorda – siamo molto sensibili a tale tematica». Sullo sfondo, oggi come 29 anni fa, lo slogan ideato nel 1990 per la prima edizione della maratona di primavera: “Facciamo fiorire la pace nel mondo”. Uno slogan che è oggi più attuale che mai. 

footer def