logo 2016

 

20th WORLD UNIVERSITY CHAMPIONSHIP CROSS COUNTRY 2016

CUS Anniversario

tesseramento atletica bianco2 canoa bianco2 nuoto bianco2 pallavolo bianco  pallamano bianco fitness bianco2 pallanuoto bianco fitness bianco2 cosscountry2016 bianco

Oltre cinquemila persone e centinaia di famiglie hanno invaso le strade di Cassino in tuta e scarpette per festeggiare i 29 anni della maratona di primavera. Tante le istituzioni presenti che hanno portato il loro saluto, hanno corso in strada e hanno rivolto un caloroso plauso al presidente del Centro Universitario Sportivo, professor Carmine Calce, che con tenacia e determinazione dal 1990 organizza l'evento che è ormai diventato l'icona del 25 aprile di Cassino e che si è aggiudicato il primato di manifestazione sportiva più longeva del Lazio Meridionale. Tanti i bambini e le scuole presenti: oltre alle Stimmatine, alla San Benedetto, al primo, secondo e terzo circolo alla kermesse hanno preso parte ieri anche molti studenti dei paesi del circondario. Ai nastri di partenza, oltre al presidente del Cus Cassino Carmine Calce, von la pettorina numero uno don Luigi in rappresentanza dell'Abbazia di Montecassino, il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli con il numero due e il commissario prefettizio con il numero tre. Il dottor Basile si è molto complimentato per l'evento e ha promesso che il porssimo anno, in occasione del trentennale, parteciperà in veste di privato cittadino. Gli aspiranti sindaci, invece - da Petrarcone a Salera - hanno partecipato al corteo e alla festa in villa. «"Facciamo fiorire la pace nella città per il mondo": anche per questa 29esima edizione della maratona di primavera, questo è stato lo slogan che ha fatto da cornice all'evento. La pace – spiega Carmine Calce - è un'azione verso gli uomini, le donne e i bambini. E proprio per ribadire il valore della pace, nel mese appena trascorso con i nostri atleti abbiamo fatto brillare la fiaccola benedettina, simbolo di pace in tutto il Mondo. I nostri tedofori, ancor prima che bravissimi atleti, sono dunque stati testimoni di pace nel mondo. In qualità di presidente del Cus Cassino non posso che essere orgoglioso di loro, e a loro, oggi, rivolgo pubblicamente i miei complimenti e i miei ringraziamenti. Oggi, nel 74° anniversario della Liberazione è infatti importante sottolineare il valore della pace. E la pace, come lo sport, si inizia a praticare in casa. Lo sport si rivela, senza dubbio, un metodo molto efficace per conseguire la pace, perché va oltre qualsiasi differenza di lingua, razza, religione o opinione politica. Ecco, dunque, che la maratona di primavera – da 29 anni fiore all'occhiello della città di Cassino – è una manifestazione che unisce, in una sola giornata, i valori sani dello sport, con quelli della pace»

 

View the embedded image gallery online at:
http://www.cuscassino.it/cus-new/eventi#sigProIdb0d98a3ce1

CAMPIONATI DI MARCIADopo l'edizione dello scorso anno a Roma, alle Terme di Caracalla, domenica 24 marzo tornano per la quinta volta sulle strade di Cassino i Campionati Italiani di marcia: in palio i titoli nazionali della 20 km senior e promesse. La giornata tricolore dedicata agli specialisti del tacco e punta, che si preparano per l'Incontro internazionale di Podebrady (Repubblica Ceca, 6 aprile), la Coppa Europa di Alytus (Lituania, 19 maggio) e i Mondiali di Doha (Qatar, 27 settembre-6 ottobre), è inoltre valida come seconda prova dei Societari di marcia e prevede anche competizioni per gli juniores, gli allievi e i cadetti. L'organizzazione è curata dal Cus Cassino e la prova femminile della 20 km è l'occasione per ricordare Anna Rita Sidoti: anche quest'anno sarà consegnato alla vincitrice il trofeo che celebra l'indimenticabile campionessa del mondo dei 10.000 di marcia ad Atene nel 1997.
L'evento è stato presentato in una apposita conferenza stampa nella sala consiglio del rettorato dell'Unicas alla presenza del presidente del Cus Carmine Calce, del Magnifico rettore Giovanni Betta, del rappresentante degli studenti Riccardo Mancinelli, del consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli, del presidente della Fidal Fabio Martelli e i rappresentanti della Banca Popolare del Cassinate, main sponsor dell'evento e come sempre in prima linea al fianco del Cus e dell'Unicas per promuovere eventi sportivi sul territorio. A snocciolare i numeri della kermesse è stato il presidente del Cus Carmine Calce: "In totale - ha detto - saranno 227 i partecipanti, di cui 33 uomini e 21 donne per la 20 km senior e promesse. Gli juniores saranno impegnati sulla distanza dei 15 km (uomini) e 10 km (donne). La 10 km attende anche allievi e allieve per i Cds di categoria. Per i cadetti è l'ora del trofeo nazionale sulla 6 km (uomini) e la 4 km (donne). Nel drappello dei protagonisti ci sarà il bronzo dei Mondiali di Berlino 2009 e argento a squadre di Taicang Giorgio Rubino (Fiamme Gialle), e l'altro finanziere Gianluca Picchiottino, secondo alla rassegna tricolore della 10 km a Pescara nello scorso settembre. Al via anche i cinquantisti azzurri Andrea Agrusti (Fiamme Gialle) e Michele Antonelli (Aeronautica), quest'ultimo fresco campione italiano della 50 km a San Giorgio di Gioiosa Marea a fine gennaio, in gara soltanto per un test sui ritmi della distanza più lunga.Tra le promesse, potrebbe riproporsi il duello già visto in sala ad Ancona nei 5000 tra il tricolore Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo) e il vincitore della 20 km ai Cds di San Giorgio, Ettore Grillo (Atl. Firenze Marathon), ma in agguato c'è pure Nicolas Fanelli (Atl. Cisternino Ecolservizi) al primo anno di categoria.
Tra le donne più combattuta si preannuncia la sfida tra le promesse con la tricolore indoor Lidia Barcella (Bracco Milano) in crescita dopo il quinto posto di domenica scorsa a Lugano (1h38:35) e un gruppo di avversarie tra cui Annalisa Russo (Gs Valsugana Trentino), Beatrice Foresti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e Anthea Mirabello (Cus Cassino) pronte a inserirsi anche per il podio assoluto. Andrada Lavinia Lacatus (Pbm Bovisio Masciago) va alla ricerca del terzo titolo dell'anno dopo quello della 10 km nel Messinese e dei 3000 indoor di Ancona, affrontando, tra le altre, Vittoria Giordani (Us Quercia Trentingrana) e il bronzo europeo U18 Simona Bertini (Francesco Francia). In quota allieve è Martina Casiraghi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) la donna da battere e tra le cadette punta al bis Giada Traina (Atl. Livorno), dominatrice lo scorso anno, sia al trofeo nazionale di Caracalla sia ai Tricolori di Rieti".

La tradizione si rinnova anche quest’anno, e sono ormai 29. Era il 1990 quando, per la prima volta, il Cus Cassino in sinergia con l’Abbazia e l’Università pensò di dar vita a un evento dedicato alle famiglie al centro di Cassino. Da allora, ogni anno, a Cassino il 25 aprile è sinonimo di maratona di primavera. Bambini, giovani e meno giovani, da qualche anno anche i disabili: tutti uniti per un giorno di festa. E forse non c’è modo migliore per festeggiare la Liberazione: vedere la gioia dei bimbi e degli adulti che in bici, o a piedi, percorrono i 6 km e poi si godono la villa comunale con canti, balli e giochi. Anche oggi, dunque, giovedì 25 aprile, sono attese circa 5.000 persone per la maratona di primavera. L’edizione di quest’anno è stata presentata in conferenza stampa lo scorso 9 aprile nella sala degli Abati in piazza Corte alla presenza del presidente del Cus Cassino Carmine Calce, il rettore dell’Unicas Giovanni Betta, il consigliere regionale presidente della commissione sport, turismo e spettacolo Pasquale Ciacciarelli e Donato Formisano, presidente della Banca popolare del cassinate che come sempre, da anni, supporta l’iniziativa come main sponsor. Un contributo all’evento è dato anche, oltre che dal Cus Cassino e dall’Unicas, anche da: Comune di Cassino, Regione Lazio, Provincia di Frosinone, Disco Lazio, 80° Rav Roma, comunità Exodus, Montecassino, curia vescovile, Istituto “Medaglia d’Oro”, Andisu, Coni, Federazione italiana atletica leggera, delegazione Lazio del Cusi e il comitato promotore del Giro d’Italia che il 16 maggio vedrà Cassino come sede di partenza della sesta tappa. Il ritrovo, come sempre, è oggi, 25 aprile alle ore 9 davanti la villa comunale e alle 10 ci sarà lo start alla corsa. All’interno della maratona si inserisce anche il 16° trofeo Abbazia di Montecassino e il 3° trofeo “Diversamente uniti”: correre e camminare per fraternizzare. «Si tratta - spiega il professor Carmine Calce - di un modo per far sì che la maratona non sia solo sport, ma anche attenzione al sociale. Noi come Cus – ricorda – siamo molto sensibili a tale tematica». Sullo sfondo, oggi come 29 anni fa, lo slogan ideato nel 1990 per la prima edizione della maratona di primavera: “Facciamo fiorire la pace nel mondo”. Uno slogan che è oggi più attuale che mai. 

La squadra di calcio del Cus Cassino vince il primo match delle gare preliminari per i Campionati Nazionali Universitari che si svolgeranno a L'Aquila nel mese di maggio. La partita contro il Cus Lecce è terminata 2-1 a favore degli uomini di Vincenzo Rega nonostante il secondo tempo in 10 per espulsione di Giangrande. La partita si è messa subito in salita per i cassinati che hanno incassato la rete dell'uno a zero dal Lecce. Ma poi gli azzurri hanno rimontato grazie al pareggio siglato d Antonio D'Agostino su punizione. Nel finale Domenico Cantelmo ha rovesciato il risultato siglando la rete definitiva del due a uno per i cassianti. Per il Cus Cassino sono scesi in campo: Valerio Maraone, Marco Molinari, Federico Della Bona, Mario Pacitto, Marco Santamaria, Diego Prisco, Antonio D'Agostino, Nicolò Giangrande, Edoardo Venditti, Raffaele D'Ambrosio, Giacomo De Marco, Domenico Cantelmo, Clerio Loffredo, Gianluca Sarracino e Leonardo Pitocchi. Allenatore Vincenzo Rega e dirigente Flaminia Calce, la quale si dice molto soddisfatta dell'esito della partita e scommette sulla qualificazione alle fasi finali dei Cnu. Quest' anno si svolgeranno a L'Aquila, dal 18 al 26 maggio 2019, i Campionati Nazionali Universitari (CNU) organizzati dal Centro Universitario Sportivo Italiano. L'evento si colloca nelle celebrazioni per il decennale del terribile terremoto che devastò la città nel 2009. I CNU sono la più importante iniziativa nazionale nell'ambito dello sport universitario, massima espressione del movimento sportivo universitario agonistico, un grande momento di incontro fra gli studenti di tutte le università Italiane. Sono dunque partite le fasi preliminari di tutte le discipline per le gare finali che si disputeranno a L'Aquila dove sono attesi ben 3.000 atleti così come quando nel 2013 si tennero a Cassino. Quest'anno invece la città martire ospiterà domenica prossima, 24 marzo, i campionati individuali di marcia. Martedì 19 marzo alle ore 16 ci sarà la conferenza stampa di presentazione dell'evento nella sala consiglio del rettorato alla presenza del rettore Giovanni Betta, del presidente della Fidal Lazio Fabio Martelli, il consigliere della regione Lazio Pasquale Ciacciarelli, il direttore generale dell'Unicas Antonio Capparelli e il presidente della Banca Popolare del Cassinate Donato Formisano. L'evento ha il patrocinio della Regione Lazio.

la squadra di calcio del Cus Cassino  invito cam ita marcia

footer def