master4 mondiali montecassino

logo 2016

 

20th WORLD UNIVERSITY CHAMPIONSHIP CROSS COUNTRY 2016

CUS Anniversario

tesseramento atletica bianco2 canoa bianco2 nuoto bianco2 pallavolo bianco  pallamano bianco fitness bianco2 pallanuoto bianco fitness bianco2 cosscountry2016 bianco

Il Cus Cassino trionfa nell'atletica. Nei giorni scorsi, in occasione della cerimonia di premiazione provinciale di tecnici, atleti e società per l'attività svolta nella stagione agonistica 2017, ha ricevuto la medaglai d'oro nella categoria cadette con la giovanissima Giulia Verrecchia. L'iniziativa, organizzata dal presidente della Fidal – comitato provinciale di Frosinone, Maurizio Mirabello – in collaborazione con il Centro Universitario Sportivo di Cassino, si è svolta nel palazzo degli studi del Campus. Oltre al presidente del Cus Cassino, ovvero il professor Carmine Calce, nel corso della cerimonia sono intervenuti il magnifico rettore dell'Unicas Giovanni Betta; il direttore generale dell'ateneo Antonio Capparelli; il sindaco del Comune di Cassino Carlo Maria D'Alessandro; il presidente Fidal Lazio Fabio Martelli; la dottoressa Mantua Luciana delegata provinciale del Coni di Frosinone e, ospite d'onore, Samuele Cerro, campione italiano under 23 nel salto triplo. Una manifestazione di grande interesse e che ancora una volta ha visto il Cus Cassino in prima linea, non solo nell'organizzazione ma anche nelle medaglie. Gaia Palombo e Giulia Saragosa hanno avuto buoni risultati tra le ragazze; Denise Munzi tra le cadette dove il rimo posto – come detto – è andato a Giulia Verrecchia; tra i ragazzi – categoria esordienti – il Cus ha ottenuto l'argento con Jason Munzi; infine il Centro Universitario Sportivo dell'Unicas ha ottenuto buoni risultati nella categoria “tecnici” con Fiorella Pittiglio, Maurizio Fionda e Francesca Marotta. Soddisatto si è detto il presidente del Cus Cassino Carmine Calce che nel corso dell'iniziativa ha chiesto a voce alta di poter organizzare nella città martire i campionati nazionali del 2019. “Abbiamo tanti ragazzini e abbiamo dato nuova linfa all'atletica. Adesso si cominciano a vedere dei risultati e noi siamo molto contenti e orgogliosi di questo”. Questi, invece, i vincitori nelle altre categorie: Mattia Sofia Perla, Livia Tallini e Ylenia Fargnoli sul podio degli esordienti femminili; l'ateltica eidos e atletica Arce su gradini più alti del podio degli esordienti maschili; Ilaria De Cicco e Miriam Costantino della Polisposrtiva Fava sul podio delle ragazze insieme a Gaia Gargano dell'atletica Eidos; Antonio Tiziano Rotondo, Ezio Frioni e Simone Ballin sul podio dei ragazzi; Lucrezia Marotta, Asia Fargnoli e Giorgia Tespio tra i primi degli esordienti maschili; tra i tecnici – infine – lo scettro è andato a Federica Vecchio, Augusto Terranova e Luigi Guarracino.

Si terrà domani, mercoledì13 dicembre alle ore 17, presso l'aula magna dell'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale la cerimonia di premiazione provinciale di tecnici, atleti e società per l'attività svolta nella stagione agonistica 2017. L'iniziativa, organizzata dal presidente della Fidal – comitato provinciale di Frosinone, Maurizio Mirabello – in collaborazione con il Centro Universitario Sportivo di Cassino, si terrà nel palazzo degli studi del Campus. Oltre al presidente del Cus Cassino, ovvero il presidente Carmine Calce, nel corso della cerimonia interverranno: il magnifico rettore dell'Unicas Giovanni Betta; il direttore generale dell'ateneo Antonio Capparelli; il sindaco del Comune di Cassino Carlo Maria D'Alessandro; il presidente Fidal Lazio Fabio Martelli; la dottoressa Mantua Luciana delegata provinciale del Coni di Frosinone e ospite d'onore sarà Samuele Cerro, campione italiano under 23 nel salto triplo. Una manifestazione di grande interesse e che ancora una volta vede il Cus Cassino in prima linea. Il Centro Universitario Sportivo è inoltre impegnato su altri fronti, non solo sportivi. Ormai il professor Calce ha dimostrato come il centro universiatrio sportivo sia sensibile anche ai temi sociali per questo prima di Natale è atteso il classico evento in carcere e la partita a calcetto con i detenuti del San Domenico. Quindi il brindisi di fine anno dove si farà il punto sull'anno che volge al termine e si metteranno in cantiere le iniziative per il futuro prossimo venturo.

cerimonia premiazione

Siglata la convenzione per la gestione della pista di atletica di Cassino. Ieri pomeriggio, sul manto del “Salveti”, il sindaco D'Alessandro – accompagnato dall'assessore Leone e dal suo delegato allo sport Carmine Di Mambro – ha siglato l'intesa con l'Università di Cassino che fattivamente gestirà la pista tramite il Centro Universitario Sportivo, l'ateneo è stato infatti rappresentato dal rettore Giovanni Betta e dal presidente del Cus Carmine Calce. Soddisfazione unanime è stata espressa in coro da tutti i partecipanti. “Non è la firma di una semplice convenzione, al contrario oggi è stata firmata una grande giornata di sport per la città di Cassino” ha spiegato il sindaco D'Alessandro, mentre il professor Calce ha evidenziato come, già a partire da oggi, sulla pista si svolgeranno le prime iniziative. “Vogliamo sistemare e rendere ancora più bello questo centro sportivo, perché questo è un polmone ormai al centro della città di Cassino. Ringraziamo il comune per avere firmato questa convenzione – ha spiegato Calce - che ci consente di portare altri ragazzi sulla pista di atletica. Già da domani (oggi per chi legge) avremo già la prima manifestazione, ovvero il campionato provinciale di atletica leggera su pista”. Gli fa eco il rettore Betta: “Tra tutti gli interlocutori con cui mi fa piacere stringere contatti e convenzioni, il Comune di Cassino presenta il riferimento principe primario. Quindi – sottolinea il Magnifico - questa iniziativa fatta insieme è anche un riconoscimento da parte dell'amministrazione comunale alla nostra capacità di gestire al meglio beni di interesse comune. Valorizzare e sensibilizzare i ragazzi del territorio allo sport è certamente una nostra missione”. L'amministrazione comunale con il consigliere delegato allo sport Carmine Di Mambro ha detto che “la convenzione di oggi è solo il punto di partenza, non il punto di arrivo. Altre iniziative sono in programma anche grazie agli imprenditori privati che sono la vera anima per portare lo sport soprattutto nei quartieri, in primis Colosseo e Sant' Angelo”. Su tutti ha chiosato il sindaco D'Alessandro: “Penso che avere dato in gestione la pista di atletica sia un atto di grande responsabilità da parte dell'amministrazione soprattutto nei confronti di quella che è una istituzione del territorio. Lo Statuto comunale prevede la grandissima collaborazione tra comune, università e abbazia e la nostra amministrazione lo statuto lo rispetta alla perfezione: io credo che oggi venga firmata, più che una semplice convenzione, soprattutto una grande pagina di sport per la città di Cassino”.

 

Il Cus Cassino gestirà la pista di atletica allo stadio "Salveti" di Cassino. L'annuncio c'è stato lunedì mattina nel corso della quinta edizione del Mennea Day che si è svolta proprio sulla pista data in gestione all'università. "Un altro grande traguardo raggiunto per l'amministrazione comunale, frutto della sinergia con l'ateneo e grazie all'ottimo lavoro svolto dal consigliere delegato allo sport Carmine Di Mambro" ha commentato il sindaco Carlo Maria D'Alessandro poco prima dello start della gara. Tante le autorità presenti: oltre al sindaco e al consigliere Di Mambro hanno partecipato i due consiglieri regionali Fardelli e Abbruzzese, l'assessore Benedetto Leone, il rettore dell’Unicas Giovanni Betta, Carmelo Ursino di Laziodisu e il responsabile della comunitá Exodus Luigi Maccaro. Tra le autorità ha "vinto" Benedetto Leone che ha percorso i 200 metri in 29 secondi, meglio del Magnifico che ha percorso i 200 metri in 34 secondi e di Fardelli che ne ha impiegati 38. Tra i 200 partecipanti, tra cui molti studenti degli istituti superiori della città martire, il record della quinta edizione è stato fissato a 24 secondi tra i ragazzi e 32 tra le ragazze. Non è stato però battuto il record di 21 secondi di due anni fa, neanche in termini di etá. Resta salva la “leadership”del 2015 di Donato Formisano tra i senior (che quest'anno non ha partecipato) e quello di Loris Simone che anche quest'anno si confermato essere il più giovane partecipante con 5 anni e 24 giorni e detiene lo speciale primato avendo partecipato già nel 2013 a 2 anni e 11 giorni. Un caloroso plauso è giunto da Carmelo Ursino di Laziodisu, al suo debutto al Mennea Day: "Cassino - ha detto - è molto sensibile al tema dello sport anche grazie al Cus Cassino, ma in tutta Italia c'è bisogno di un rinnovamento e di maggiore attenzione allo sport". Il presidente del Cus Cassino Carmine Calce, che ha impiegato 36 secondi per percorrere i 200 metri e che molto si è speso per l’ottima riuscita della manifestazione, si è detto inorgoglito per le tante istituzioni del territorio presenti e per i moltissimi studenti che hanno partecipato al Mennea Day. A tal proposito ha riservato un plauso ai dirigenti scolastici e sulla gestione della pista annunciata dal sindaco ha chiosato: “Siamo già attivi con i corsi di atletica e promuoveremo anche altre iniziative per sensibilizzare ancor di più la città alle attività sportive”. Gli fa eco il sindaco: “Nel corso della manifestazione sportiva abbiamo annunciato la convenzione tra il Comune di Cassino e l'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale per la gestione della pista di atletica dello stadio Salveti intitolata a Pietro Mennea”. Avevamo preso un impegno per assicurare alla città il buon uso degli impianti e la crescita della cultura sportiva tra i giovani del nostro territorio. Presto potremo dire di averlo mantenuto".Ma aldilà dei numeri a vincere, anche quest'anno, al Mennea Day è stato il calore e l'entusiasmo dei tanti partecipanti, la passione e l'abnegazione del presidente del Cus Carmine Calce che insieme ad Agostino Terranova con tenacia continua a promuovere iniziative per sensibilizzare giovani e meno giovani all'atletica, ora che finalmente – grazie alla sinergia di Comune e Ateneo – la città può vantare una pista, intitolata proprio alla “Freccia del Sud”, che non ha nulla da invidiare agli impianti delle grandi città limitrofe. Un lavoro che va avanti da anni, e che ora finalmente comincia a dare i frutti sperati. Tanti, infatti, sono stati coloro che hanno partecipato e hanno voluto lasciare un pensiero: “Viva lo sport, viva Pietro Mennea: oggi ho corso per te”; “è stata una giornata fantastica”; “lo sport non ruba e non illude: è il giudice più imparziale che la vita possa offrire”.

 

footer def