master4 mondiali montecassino

logo 2016

 

20th WORLD UNIVERSITY CHAMPIONSHIP CROSS COUNTRY 2016

CUS Anniversario

tesseramento atletica bianco2 canoa bianco2 nuoto bianco2 pallavolo bianco  pallamano bianco fitness bianco2 pallanuoto bianco fitness bianco2 cosscountry2016 bianco

"Medaglia d'argento" per Uttaro e compagni contro i forti rumeni del Tonus A,termina 26-19 al Palasport di Pontinia
Bellissima ed ennesima esperienza per il Cus Cassino Gaeta che, al 1^ Torneo Internazionale di Pontinia, regala spettacolo e bel gioco e dopo 3 vittorie in altrettanti incontri, si arrende soltanto nella finalissima contro i forti rumeni dell'ACS Tonus Bucuresti.
Nella prima giornata capitan Uttaro e compagni riescono ad imporsi al loro match d'esordio del torneo contro la Virtus Roma del duo Turchetti e Beguerie grazie al risultato di 19-14 e successivamente contro la compagine rumena del Tonus Bucuresti B con il risultato,per molti inaspettato,di 23 a 17 per i ragazzi di coach Antonio Viola.
Dunque Cus Cassino Gaeta '84 che chiude a punteggio pieno il girone dopo 2 incontri ma nella mattinata di Domenica riesce ad imporsi anche contro le tenaci fondane di coach Manojlovich con il tabellone luminoso che al suono della sirena segnala il 19-12.
Sarà finalissima, quindi, contro i temibili e fisici ragazzi provenienti dalla Romania del Tonus Bucuresti A.
Si comincia, Monti para la conclusione degli avversari e su ribaltamento di fronte è subito il Cus Cassino Gaeta Handball '84 a realizzare il vantaggio con la rete messa a segno da Curcio.
I ragazzi di coach Catinas reagiscono prontamente e pareggiano i conti con Oniciuc.
Da qui, il match è equilibratissimo, Monti Roberto è insuperabile e chiude la saracinesca,capitan Uttaro trascina la squadra con le sue reti e Monti Antonio lotta su ogni palla e così si rimane in perfetta parità fino al 6-6.
Monti Antonio e Uttaro portano il punteggio sul 9-9 dopo il rapido 3-0 degli ospiti stranieri ma capitan Iliuca e Matachaj chiudono la prima frazione sull'11-9 in loro favore proprio nei minuti finali del primo tempo di gioco.
Al rientro sul 40×20 del Palasport di Pontinia e dopo una strigliata di coach Antonio Viola, i gaetani accelerano e la doppietta di Uttaro con la successiva rete di Pantonella,riportano i cussini in vantaggio sul 12-9.
I forti rumeni sanno di non dover lasciare troppo margine ai gaetani e con un rapidissimo 5-0,provano già a chiudere il match e tentare la fuga fino a raggiungere il più tranquillo 16-12.
La gara è vibrante ed emozionante,Monti Roberto continua il suo show inanellando una serie incredibile di parate decisive ed esaltanti per tutto il pubblico presente, Pantanella,Curcio e Monti Antonio non mollano mai la presa e riescono a rimanere incollati con un -3 d'orgoglio fino al 19-16.
I pontini sono davvero stremati però e calano visibilmente sul finale, coach Catinas ha più cambi a disposizione mentre coach Viola il solo Clima (portiere) ed il Tonus ne approfitta per piazzare il colpo decisivo con un 7-3 che al suono della sirena vuol dire 26-19 per i rumeni e può partire la festa; dopo essersi salutati con gli avversari gaetani che assieme ai primi hanno regalato davvero una finale di alto livello e sempre piena di fair play a tutti i presenti.
Termina con il coro dei sempre corretti,educati e simpatici ragazzi provenienti dalla Romania, i quali intonano "Campioni,campioni,campioni", poi le tanto attese premiazioni,le coppe e le targhe ricordo per tutti,le foto di rito e gli scambi di complimenti con i nuovi amici conosciuti in questi giorni, gli abbracci tra compagni di squadra ed avversari,le risate,la gioia di essere stati tutti insieme in una 2 giorni di bella e sana pallamano,di divertimento,sano agonismo ma soprattutto di integrazioni tra popoli di culture e usanze diverse; ma che in fondo chi può definirsi diverso da chi e da che cosa?
La diversità è bella perché ci differenzia l'uno dall'altro ma poi unisce come non mai e si torna ad essere come sempre tutti uguali,ovvero cittadini del Mondo.
Come chiudere se non con la citazione di Nelson Mandela che in occasioni del genere è ormai un dogma?
"Lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Ha il potere di ispirare, di unire le persone in una maniera che pochi di noi possono fare. Parla ai giovani in un linguaggio che loro capiscono. Lo sport ha il potere di creare speranza dove c’è disperazione. È più potente dei governi nel rompere le barriere razziali, è capace di ridere in faccia a tutte le discriminazioni".
1^-2^ posto Maschile
Cus Cassino Gaeta - Tonus A 19-26 (p.t. 9-11)

1^ posto Femminile Cassa Rurale Pontinia
2^ posto Femminile HC Fondi
3^ posto Maschile SS Lazio
4^ posto Maschile Virtus Roma
5^ posto Maschile Tonus B

Per coach Antonio Viola:"Sono davvero soddisfatto per come sia andato questo torneo, ci serviva come banco di prova per vedere ciò che i ragazzi hanno imparato quest'anno tra campionato di Serie A2 ed Under 18 e devo dire che i mesi passati ad allenarci su cose che per molti possono sembrare "noiose" sono serviti tantissimo. Finalmente Uttaro si sente sempre più tiratore e trascinatore anche se ci sono ancora molte lacune da plasmare, Monti Roberto è ormai una sicurezza tra i pali anche se spesso pecca di scarsa concentrazione,Pantanella deve diventare più leader e tutti insieme si sono comportati da vero gruppo credendoci dall'inizio alla fine. La finale è stato uno spot importante per la pallamano gaetana ed abbiamo onorato al meglio questo primo torneo ben organizzato dagli amici di Pontinia, al quale rivolgo un enorme grazie per l'invito e per aver organizzato un torneo dove i nostri ragazzi hanno potuto confrontarsi con ragazzi di altra nazionalità ed hanno socializzato creando nuovi contatti ed amicizie, cosa fondamentale per noi che da anni viaggiamo ed abbiamo amici sparsi nel mondo. Ora testa alla Jarun Cup,torneo di beach handball a Zagabria dal 28 Aprile al 1 Maggio".

footer def