master4 mondiali montecassino

logo 2016

 

20th WORLD UNIVERSITY CHAMPIONSHIP CROSS COUNTRY 2016

CUS Anniversario

tesseramento atletica bianco2 canoa bianco2 nuoto bianco2 pallavolo bianco  pallamano bianco fitness bianco2 pallanuoto bianco fitness bianco2 cosscountry2016 bianco

pallavolo mBuona affermazione per i cassinati nella terza giornata del torneo regionale
Gli universitari stentano nei primi tre parziali, poi annullano il Roma Otto Team e vincono 3-1
ATINA – Terza giornata del campionato di Serie D Maschile di Pallavolo e immediato riscatto per il team cussino che ottiene la seconda vittoria stagionale e torna vicinissima alla vetta del girone. Dopo la sconfitta in rimonta subita in terra capitolina nel match della scorsa settimana, i cussini agli ordini di coach Giovanni Torraca si rimboccano le maniche e in settimana si allenano con grinta ed entusiasmo per preparare la gara contro Roma Otto Team, squadra che nello scorso campionato aveva rappresentato una delle concorrenti più agguerrite dei ragazzi cassinati nella lotta per l’accesso alla post season. Nei due scontri della passata stagione, gli universitari si imposero in entrambi i match con un combattutissimo 3-2, soffiando di fatto il posto nei playoff proprio ai capitolini. I cussini si aspettavano quindi una grandissima voglia di rivalsa da parte dei romani, i quali si presentano tra le mura dei cassinati con una formazione rinnovata all’80% rispetto a quella dello scorso anno. La partenza del match, che i cussini affrontano con l’incognita di non conoscere affatto le caratteristiche degli avversari, vede primeggiare proprio gli ospiti, che sfruttano ogni occasione a loro disposizione, si mostrano attivissimi in fase difensiva e approfittano delle tante opportunità offerte dal sestetto cassinate, molto falloso in attacco e poco attento nei fondamentali di ricezione e difesa. Il CUS Cassino Volley BPC resta a galla quel tanto che basta per nutrire speranze di recupero, ma i romani sono pienamente in controllo della gara e quando, decidono di accelerare e chiudere le operazioni, in men che non si dica fanno man bassa di punti e si portano in vantaggio per 1-0 nel conto set con il netto score di 25-18. Al cambio di campo il Cassino non cambia nulla, e al rientro sul terreno di gioco per il secondo game sono ancora i capitolini a fare la voce grossa. I cussini però riescono a commettere molti meno errori rispetto al primo parziale, e restano in gara in modo più o meno lucido per tutto il tempo di gioco. Appena dopo il giro di boa del set, sono inaspettatamente gli universitari a sfruttare qualche regalo degli ospiti e a mettere la testa avanti nel punteggio. I romani sembrano accusare il colpo e in entrambi i sestetti in campo aumenta il numero di errori gratuiti. Si arriva così fino alle fasi finali del game, con il CUS Cassino Volley BPC che trova un minimo di regolarità in attacco e riesce a scavare una breccia nel sistema difensivo romano. Grazie a un paio di punti realizzati in questa occasione, i cussini rialzano la testa, acquisiscono il doppio break di vantaggio e vanno a chiudere il parziale con un combattutissimo 26-24 che riequilibra il conto set sull’1-1. Nella terza frazione di gioco i ragazzi universitari sembrano mostrare qualche piccolo segno di risveglio, ma la scossa data dai cassinati non è abbastanza forte da far perdere concentrazione e certezze ai ragazzi romani. Il team capitolino lotta su ogni pallone, e per fortuna dei cassinati ogni tanto incespica in alcuni errori in attacco e permette ai cussini di restare avanti nel punteggio, anche se solo di un’incollatura. La partita è molto accesa sul piano del gioco, della grinta e della cattiveria sportiva, ma il direttore di gara è abilissimo nel far rimanere gli animi calmi e la situazione resta costantemente sotto controllo. Nel finale del set, dopo un lungo scambio vinto dai ragazzi del CUS Cassino tra mille peripezie, sono proprio i padroni di casa a trovare la grinta e la giusta spinta emotiva per tagliare per primi il traguardo del 25° punto, con gli avversari che si fermano a 22, e con il conto set che vede materializzarsi il sorpasso dei locali: 2-1 per il CUS Cassino Volley BPC. Si va al cambio di campo con i cassinati entusiasti, invece Roma Otto Team accusa visibilmente il colpo, e al ritorno in campo è più che evidente che i locali viaggiano a vele spiegate e con il vento a favore, mentre gli ospiti sembrano impantanati in una zona di fiacca, senza vento, costretti ad ammainare vele e bandiera e tirare fuori i remi per provare ad uscire dalle difficoltà. Peccato per loro che i cussini si siano finalmente svegliati, e che ora imperversino sul terreno di gioco capitolino con la stessa forza distruttrice di un tornado. Mentre i padroni di casa trasformano in oro ogni pallone che toccano, i romani riescono a sprecare l’inverosimile, dando sempre più vigore all’assalto dei cassinati, che in pochi istanti scavano una voragine nel punteggio e mettono praticamente in banca la vittoria del parziale. Il set termina infatti con un frustrante 25-11 per gli ospiti, che a metà game avevano già smesso di crederci e avevano tirato completamente i remi in barca dando spazio in campo a tutte le seconde linee. La gara termina quindi con un buon 3-1 per i cussini, premiati con il bottino pieno e a sole due lunghezze dal vertice della classifica, anche se il risultato sta fin troppo stretto ai romani, autori di una buonissima gara nei primi tre parziali. Prossimo impegno per i ragazzi del CUS Cassino Volley BPC sarà l’insidiosissima trasferta romana in casa del Roman Volley, compagine molto competitiva e ben amalgamata che nel match di andata dello scorso campionato rifilò un rotondo 3-0 ai cassinati, vendicato poi nella gara di ritorno valevole per l’accesso ai playoff. Domenica 6 Novembre, alle ore 18.30 a Roma, i ragazzi cassinati proveranno a conquistare la prima vittoria in trasferta di questo campionato, per proseguire la corsa.

PALLAVOLO MPrima sconfitta nel debutto in trasferta per il CUS Cassino Volley BPC
Buona la partenza del team cussino, ma il Montmartre recupera e ottiene i tre punti
ROMA – Seconda giornata per il campionato di Serie D Maschile di Pallavolo per il CUS Cassino Volley BPC e prima trasferta in terra capitolina per la formazione allenata da mister Giovanni Torraca. I cassinati si recano a far visita a uno dei team più in forma del torneo, e che, potendo contare su un organico praticamente nuovo di zecca, rappresenta una sorpresa per tutti in questo inizio di campionato. Già nella prima giornata il team romano aveva dato sfoggio di ottime potenzialità, battendo a domicilio con un secco 3-0 i ragazzi dell’Albano, formazione che lo scorso anno si era messa in grandissima evidenza, grazie ad un roster giovane e altamente competitivo. Quando il fischietto dell’incontro da il via alle operazioni, a partire meglio, sfruttando anche il fattore campo, è proprio il Montmartre. I romani, grazie a un paio di ottimi turni al servizio, vanno avanti nello score di 4/5 lunghezze, e sembrano voler imporre il proprio ritmo al match. I cassinati però non ci stanno a fare da sparring partner, e si rimboccano le maniche, rosicchiando punto su punto il vantaggio dei capitolini e affiancando i padroni di casa già prima del giro di boa del parziale. I romani non riescono più ad arginare la forza d’urto degli ospiti, che viaggiano con le marce alte inserite e non danno più alcuno spazio ai locali. Il team universitario mostra una difesa di ferro e un attacco impeccabile, e così il Montmartre sprofonda sotto le offensive dei cassinati, che viaggiano a vele spiegate verso l’1-0, cosa che si concretizza pochi minuti dopo con il netto score di 25-18, nonostante un ultimo tentativo di recupero da parte dei capitolini. Nel secondo parziale i cussini tornano in campo decisi a bissare il risultato della prima frazione, ma incappano immediatamente in un brutto filotto di punti subiti direttamente dalla battuta avversaria, scendono di concentrazione e non ritrovano più la giusta lucidità per battagliare con gli avversari. I romani hanno così vita facile nel trovare un largo vantaggio prima e il pareggio nel conto set poi, con lo score che li vede andare al cambio di campo sul 25-16. Nel terzo parziale il CUS Cassino Volley BPC sembra ancora frastornato da quanto successo nel parziale precedente: l’attacco fatica a trovare il campo avversario, la ricezione e la difesa non girano, e tutti i componenti del team universitario stentano a ritrovare la giusta strada. Coach Torraca prova a cambiare il regista, togliendo Di Mambro e inserendo D’Agostino per provare a dare una scossa alla squadra. Dopo alcuni stenti, Pittiglio e compagni ritrovano la giusta verve e incalzano da vicino gli avversari. Nel finale di gara i cussini operano un grandissimo recupero, rimontando ben 6 punti agli avversari e portandosi addirittura sul 25-24 ad un passo dalla vittoria del parziale. Tale possibilità però non riesce ad essere concretizzata, e il team cassinate deve cedere nuovamente il passo ai capitolini, che al fotofinish si portano sul 2-1 nel conto set grazie al punteggio finale di 27-25. Già dalla metà della terza frazione di gioco gli animi dei ragazzi in campo iniziano a scaldarsi, in quanto il direttore di gara, che fino a quel momento era stato ineccepibile e molto fiscale, cambia condotta di arbitraggio e lascia correre molte azioni, dimostrando quasi di aver perso polso sulla partita, e gettando semi di nervosismo tra i giocatori. Con il passare dei punti e delle sviste, il nervosismo latente ha il tempo di attecchire in profondità tra i giocatori e lo staff dei due team, sfociando. Nel quarto parziale, in inevitabili proteste e in un atteggiamento fin troppo remissivo da parte dell’arbitro. La quarta frazione di gioco inizia con un Montmarte fin troppo spavaldo e sbruffone, e un CUS Cassino Volley BPC che invece sembra subire sia qualche fischio opinabile sia gli atteggiamenti non troppo sportivi da parte dei romani. A metà parziale, con i locali in vantaggio di pochi punti, e dopo un attacco cassinate dentro di oltre un metro, l’allenatore dei romani chiama con insistenza la palla fuori per provare a confondere il direttore di gara. Il coach cassinate protesta per l’atteggiamento antisportivo del suo collega e per tutta risposta viene ammonito. Il nervosismo cresce ancora e si crea un parapiglia tra i ragazzi in campo, che solo l’intelligenza dei giocatori riesce a sedare in pochi istanti. La partita però è ormai segnata, e il Montmartre riesce a resistere agli assalti cassinati e porta a termine il set con lo score di 25-22 che porta al fischio finale dell’arbitro e alla vittoria piena da parte del team romano. A fine partita da segnalare ancora qualche scaramuccia tra le fila delle due formazioni, prontamente rientrata, e tutti sotto la doccia. Peccato per il risultato dei cussini, perché dopo il primo parziale vinto con facilità sono venute meno alcune regolazioni, dando così fiducia e spazio alle iniziative degli avversari. Siamo però solo alla seconda di campionato, e il team universitario vuole riprendersi subito dal passo falso, già dalla prossima gara interna di Domenica 30 Ottobre alle ore 19.00 presso il Palasport Osvaldo Soriano di Atina, dove affronterà ancora una volta una squadra romana, il Roma Otto Team che ha raccolto 5 dei 6 punti a disposizione nelle prime due giornate.

La presentazione del CUS Cassino Volley BPCNella 1° giornata di campionato i cussini conquistano l’intera posta in palio contro Anzionettuno
Gli universitari partono lenti, poi spazzano via i rivali con un netto 3-1
ATINA – Dopo una lunga preparazione fisica e tecnico-tattica, dopo una intera estate di attesa, i ragazzi del CUS Cassino Volley, targati anche quest’anno Banca Popolare del Cassinate, tornano in campo nel campionato di Serie D Maschile di pallavolo, torneo che la scorsa stagione li aveva visti uscire di scena solo nella post season, dopo aver conquistato i playoff promozione con orgoglio e determinazione. Ai nastri di partenza della nuova stagione i cassinati si ritrovano davanti una delle formazioni che lo scorso anno ha affrontato la Serie C ed è incappata nella retrocessione, ma che alla vigilia si prospetta come una squadra si ringiovanita, ma ugualmente letale e valida sul terreno di gioco. I cussini si preparano quindi al meglio per uno scontro da cui ci si aspettano già scintille e tante emozioni sul piano sportivo. La formazione universitaria, guidata nuovamente da mister Giovanni Torraca in questa stagione, si presenta in campo con Forte e Zona attaccanti di banda, Di Mambro regista in diagonale con il capitano Pittiglio, e con la coppia di centrali formata da Risi A. e il nuovo acquisto Petroccione, mentre a fare la guardia al fortino cassinate ci pensa il solito, insuperabile Izzo. Al fischio di avvio del direttore di gara sono i cassinati a mostrare i muscoli e partire con lo spunto migliore, portandosi avanti nello score di 3/4 lunghezze grazie ad alcuni errori avversari e ad una buonissima fase difensiva. Giunti quasi a metà parziale i padroni di casa incespicano, commettono un paio di banali errori in attacco e danno il la alla rimonta pontina. I giovani ospiti non si fanno pregare e con impeto e sfrontatezza si riportano prima in parità e poi addirittura si piazzano al comando della gara, conquistando 3 punti di vantaggio che, nonostante i tentativi di recupero degli universitari, riusciranno a mantenere fino a fine parziale, quando i cassinati sono costretti a cedere il punto ai rivali con il punteggio di 25-21. Tra i cussini inizia a serpeggiare un po’ di nervosismo, ma coach Torraca è bravissimo a tenere le redini della sua formazione e infondere tranquillità e sicurezza. Al ritorno in campo infatti gli universitari cambiano completamente faccia, e iniziano a macinare bel gioco e azioni mirabolanti, costringendo gli avversari a sudare su ogni pallone per realizzare un punto. I locali fanno invece molta meno fatica a trovare il campo pontino, e in pochi minuti il punteggio dei cussini aumenta in modo esponenziale, mentre gli ospiti non possono far altro che provare a limitare i danni. Nel finale di set, con il punteggio ormai al sicuro e il set praticamente in tasca, il CUS Cassino Volley BPC si concede un po’ di accademia e qualche errore, Anzionettuno prova a ricucire lo strappo, ma la distanza è davvero enorme e il team universitario taglia senza troppi patemi il traguardo del 25° punto e pareggia il conto dei set vinti grazie al 25-22 che chiude la seconda frazione di gioco. Dopo aver perso il secondo parziale in modo decisamente più netto di quanto non dica il punteggio, l’Anzionettuno torna in campo più battagliero che mai, schierando in campo tutte le migliori frecce al proprio arco. I cussini dal canto loro non hanno certo voglia di stare a guardare, e rientrano in campo con il solo obiettivo di guadagnare il secondo punto di giornata. La reazione dell’Anzionettuno non si fa attendere, i pontini caricano a testa bassa, provano a spegnere gli animi dei cassinati, ma per tutta risposta il team universitario controbatte mostrando una difesa di ferro e un attacco chirurgico che mina in modo fin troppo evidente le certezze ospiti, e costringe i giovani pontini a cercare soluzioni estreme nel tentativo di realizzare un punto, tentativi che però fanno cadere gli ospiti nella trappola dell’errore. Sfruttando il grandissimo lavoro difensivo di Izzo e compagni, il CUS Cassino Volley BPC va in fuga, approfittando di ogni errore avversario e piazzando una serissima ipoteca sulla vittoria del set già nella prima parte della frazione. I cassinati raggiungono un impressionante vantaggio di 10 punti, e in un batter di ciglia finiscono l’avversario con il game che termina con lo score di 25-16 e il conto set che vede primeggiare i cussini per 2-1. Si va al cambio di campo con i due team che mostrano morali diametralmente opposti: il CUS Cassino è rabbioso, lucido e determinato, l’Anzionettuno sembra spaesato, scoraggiato e arrendevole. Quando i due sestetti tornano in campo tale differenza diventa concretissima, e per la squadra ospite arriva il momento del blackout: pronti, via e subito 5 brutti errori in attacco che regalano al Cassino un bonus “gratuito” di 5-0. Poi ci pensa Izzo a dare la definitiva spallata agli ospiti: quando ritrovano un po’ di lucidità dopo il bruttissimo filotto di errori e tentano il colpo di reni per provare a tornare in partita e allungare il match fino al tie break, proprio nel momento migliore dei pontini, il libero cassinate si esibisce in una lunga serie di spettacolari difese che tagliano le gambe anche alle ultime possibilità degli avversari, i quali tirano definitivamente i remi in barca e lasciano via libera alle scorribande cassinati. Il match, a questo punto dall’esito già deciso, si trascina ancora per pochi minuti, tanti quanti ne bastano ai padroni di casa per arrivare al 25-12 finale che vale il terzo punto di giornata e chiude la contesa con un 3-1 che consegna l’intera posta in palio nelle mani di capitan Alessandro Pittiglio e compagni. Ottimo avvio della formazione universitaria quindi, che si è concessa qualche esitazione solamente nel primo tempo di gioco, per poi sfondare gli argini e dare libero sfogo al suo potenziale, conquistando una vittoria meritata e fortemente voluta da tutto il team. Nella seconda giornata del torneo la formazione agli ordini di Torraca Sabato 22 Ottobre alle ore 18.30 si recherà a far visita al team capitolino del Montmartre, compagine che all’esordio ha sconfitto per 3-0 l’Albano fuori casa. La formazione dei colli romani lo scorso anno era stata l’unica a conquistare vittoria piena con i cassinati sia nel match di andata che nella gara di ritorno. Si prospetta quindi un impegno durissimo per il team cussino, che dopo l’esordio contro un team appena retrocesso dalla Serie C, affronterà una squadra che lo scorso anno ha ben figurato nel girone A della Serie D e che in questa stagione sembra essersi rinforzata ulteriormente. I ragazzi del CUS Cassino Volley BPC hanno tutte le intenzioni di recarsi in terra romana in cerca di conferme dei progressi evidenziati nella prima di campionato e di continuità nei risultati.

pallavolo41A pochi giorni dall’inizio del campionato il CUS Cassino Volley targato BPC sbaraglia Aquino e Ripi
Nel trofeo “Madonna della Libera” i cussini spazzano via le rivali e conquistano la vittoria
AQUINO – Mancano ormai pochi giorni all’inizio ufficiale del campionato di Serie D Maschile Girone B di Pallavolo, che prenderà il via Domenica 16 Ottobre, ma il CUS Cassino Volley, targato Banca Popolare del Cassinate, ha già i motori ben caldi e scalpita in attesa del debutto nel campionato regionale di Serie D. Gli universitari, allenati da coach Giovanni Torraca, tornano da Aquino con in pugno il trofeo “Madonna della Libera”, triangolare amichevole organizzato dalla Ludi Aquino Pallavolo per ultimare la preparazione ai rispettivi campionati. I cassinati ottengono una doppia vittoria sia con i padroni di casa aquinati, impegnati nel campionato provinciale di Prima Divisione, sia con i ciociari del Ripi Volley, iscritti al campionato regionale di Serie C. Nella gara di apertura del triangolare, che si gioca sulla distanza fissa dei tre set, scendono in campo i padroni di casa della Ludi Aquino, che in estate hanno allestito una rosa giovane e altamente ambiziosa, con il chiaro obiettivo di condurre un campionato da prima della classe e puntare alla promozione diretta in Serie D, e il team universitario del CUS Cassino, che ha effettuato una campagna acquisti mirata, acquisendo rinforzi che vanno a completare la rosa a disposizione già dalla passata stagione. La partenza dei cussini è rombante: la Ludi fatica a tenere le fila del gioco cassinate e si trova immediatamente in ritardo di 7/8 punti nello score. I cassinati giocano sul velluto, approfittando di ogni occasione offerta dagli avversari e dimostrando di essere una formazione cinica e spietata. Dopo pochissimi minuti il primo parziale va in archivio con il punteggio che sorride nettamente agli ospiti. Nel secondo parziale Torraca approfitta dell’occasione per mischiare le carte in tavola, ma la facilità con cui i suoi ragazzi hanno portato a casa il primo parziale influisce negativamente sulla concentrazione degli universitari, tanto che nei primi scambi del game la percentuale di errori degli ospiti sale vertiginosamente, e i locali approfittano del bonus ricevuto per spiegare le vele e acquisire un largo vantaggio. I cussini provano ad accorciare le distanze, ma il livello di concentrazione non è ancora tornato ai giusti valori, e così la Ludi riesce a chiudere il discorso e impattare il conto dei set vinti. Nell’interruzione tra secondo e terzo set i cassinati registrano le imperfezioni e tornano in campo più determinati che mai. La differenza tra le due formazioni torna a farsi netta, con i padroni di casa in netta difficoltà, incapaci di trovare il bandolo della matassa del gioco universitario. I ragazzi di Torraca hanno così vita facile e scardinano a più riprese le già larghe maglie della retroguardia aquinate, accumulando un vantaggio immenso e chiudendo in men che non si dica il parziale con uno score eloquente. Bella vittoria quindi per il team universitario, che si accomoda in tribuna aspettando il risultato della gara tra Aquino e Ripi. Il match tra i padroni di casa e i ciociari, dal quale, almeno sulla carta, ci si aspettava un confronto impari visto il diverso livello del campionato cui partecipano le due formazioni, ha riservato invece uno spettacolo piacevolissimo da guardare. La Ludi, impegnata in Prima Divisione, un campionato di due serie inferiore alla Serie C cui partecipa il Ripi Volley, scende in campo agguerrito e determinato, tirando fuori unghie e denti per avere la meglio sulla formazione ospite. Nel primo parziale la battaglia equilibratissima termina con il Ripi che la spunta sui locali. Il secondo parziale vede una Ludi rabbiosa e chirurgica, che manda in tilt la formazione del Ripi e conquista il punto dell’1-1. Nel terzo parziale i due team si scontrano ad armi pari e con il punteggio costantemente in bilico fino al 19-19, quando l’allenatore della Ludi, Fernando Vizzaccaro, sostituisce il capitano della sua squadra con un giovanissimo al rientro dopo un lungo infortunio. Al Ripi non sembra vero, il regalo viene accettato di buon grado e il game termina con un parziale di 6-0 che fa chiudere il set sul punteggio di 25-19 per Ripi. Seconda sconfitta per 2-1 quindi per la formazione di casa, che con soli due punti all’attivo abbandona definitivamente la corsa alla vittoria del trofeo. Due punti ciascuno invece per il Ripi Volley e per il CUS Cassino BPC, che nella sfida finale si affronteranno per conquistare la coppa in palio. Il Ripi Volley parte con tutti i favori del pronostico, dato che milita in Serie C, campionato di un livello più alto rispetto alla Serie D del CUS Cassino Volley, e dato anche che in estate ha costruito una formazione micidiale, portando in rosa 4/5 giocatori che in un recente passato hanno giocato e fatto la differenza in Serie B. Torraca, senza alcun timore reverenziale, manda in campo una formazione quasi sperimentale, che però, già dal fischio di avvio del direttore di gara, azzanna al collo le ambizioni del Ripi e si porta al comando del set, dimostrando grandissima determinazione e unità di intenti. Il Ripi, travolto dall’impeto cassinate, non riesce a ritrovare la giusta lucidità, e incappa in tantissimi errori, scoprendo il fianco alle iniziative sempre più intraprendenti dei cussini. Gli universitari non lasciano alcuno spazio di manovra ai ciociari, i quali in pochi minuti devono soccombere e cedere, anche in modo più che eloquente, il set agli avversari. Nel secondo parziale capitan Alessandro Pittiglio e compagni ripetono il copione andato in scena nella prima frazione, non accennando minimamente a togliere il piede dall’acceleratore e conservando come nel precedente set la testa della gara. Il Ripi è incapace di trovare una reazione, e gli universitari non si fanno scappare la preda, dando una definitiva spallata agli avversari e tagliando per primi il traguardo dei 25 punti che vale set, partita e trofeo. Il regolamento della manifestazione prevede che, anche in caso di 2-0, si disputi comunque il terzo parziale, e Torraca concede spazio e fiducia a tutti gli elementi a sua disposizione meno impiegati fino a quel momento. I nuovi entrati ricambiano la fiducia dell’allenatore con una gara concreta e solida, e difatti il team cassinate, dopo un primo momento di adattamento, torna nuovamente alla guida delle operazioni e si porta ad un passo dal 3-0 sullo score di 24-21. A questo punto però il Ripi, perso il trofeo, persa la partita, e raccolta una magra figura nello scontro con entrambi i team avversari, ha uno scatto di orgoglio e un po’ di fortuna: al servizio si presenta uno dei migliori battitori ciociari, il quale colleziona un filotto di 6 punti consecutivi che sorprende un po’ la retroguardia cassinate e ribalta completamente il risultato della frazione di gioco. A conquistare il parziale sono quindi i ragazzi del Ripi, ma i festeggiamenti, grazie al 2-1 finale e ai 4 punti complessivi collezionati durante il torneo (3 i punti del Ripi e 2 quelli della Ludi Aquino), sono tutti di marca cussina. A cerimonia di premiazione conclusa sentiamo le parole del coach cassinate Giovanni Torraca: “Certo è un trofeo amichevole, ma il livello delle avversarie era altissimo, si trattava di due team molto ambiziosi, che hanno costruito delle formazioni temibilissime e che non ci hanno regalato nulla. Noi stiamo lavorando bene, stiamo facendo una buona preparazione e, soprattutto, abbiamo tantissima voglia di fare bene. Speriamo di continuare su questi livelli e migliorare costantemente durante tutta la stagione”. Appuntamento quindi alla prima di campionato per i ragazzi universitari, che Domenica 16 ottobre scenderanno in campo contro Anzio nel Palasport “Osvaldo Soriano” di Atina alle ore 19.00 per il debutto casalingo in questo difficile campionato di Serie D.

footer def